Condividi su Facebook o tramite WhatsApp

"Guai a voi, che costruite i sepolcri dei profeti,
e i vostri padri li hanno uccisi"

(Lc 11, 47)

 

 

Tradotto: Guai a voi, che innalzate monumenti ai santi, dopo che avete fatto di tutto per farli letteralmente fuori, per zittirli, per escluderli.
Capita proprio così nella nostra vita: si parla male, oltre che si fa del male, quando le persone sono in vita, poi son stati tutti bravi e buoni. 
Anche nella sfera spirituale funziona, purtroppo, così. Guardiamo alla vita dei santi. Molti di loro in vita hanno sofferto calunnie, dicerie, ingiustizie, invidia, gelosia, anche dalle persone più vicine. Dopo, poi, si innalzano monumenti in loro onore.
Dopo, però, è troppo tardi. Bisogna imparare a tenere i pori del nostro cuore aperti, per riconoscere, già in vita, le persone sante e imparare da loro a vivere coerentemente la nostra vita di persone e di credenti in Cristo.

Altrimenti, guai a noi!

Non chiuderti alla grazia di Dio, e riconosci negli altri la loro bellezza, la loro unicità, al di là dei normali limiti umani.
 
Buona giornata!
 

 

Roma
Giovedi, 17 ottobre 2019
Facebook Parola 4.0 - Padre Onofrio Farinola Padre Onofrio Farinola Blog Parola 4.0 autografo

 

 

Condividi su Facebook o tramite WhatsApp

Attenzione: commenti permessi ai soli utenti registrati!