Condividi su Facebook o tramite WhatsApp

"Vedremo se porterà frutti per l'avvenire"

(Lc 12,9)

 

 

Gesù racconta una parabola, quella del fico che non porta frutti da tempo, per indicarci la strada della conversione. Convertire vuol dire portare frutto. Ogni processo di conversione, un percorso paziente e lento, è sempre un processo di maturazione che genera sempre frutti nuovi. Non importa quando porterà frutti quel dato processo, ciò che conta è che ci si mette sulla strada della maturazione, dell'impegno, della perseveranza. Poi, i frutti ci saranno a tempo opportuno. Spesso si ha la pretesa di raccogliere all'istante, di avere subito i frutti. Ma l'albero va curato, il terreno concimato e irrigato, quando è necessario, bisogna potare i rami secchi e ingombranti. Questo preclude tempo e lavoro. Senza questa pazienza e questo impegno, si pretenderà e si rischierà di tagliare completamente l'albero, quando invece può dare buoni frutti.


Quell'albero sei tu.

Un albero di fichi, buono e dolce.

Ma è necessario che vivi il processo di una conversione costante, quotidiana, perché possa portare frutti abbondanti e maturi.


Buon cammino!


 

 

Roma, sabato 26 ottobre 2019

Facebook Parola 4.0 - Padre Onofrio Farinola
Padre Onofrio Farinola Blog Parola 4.0

 

 

 

 

 

 

Condividi su Facebook o tramite WhatsApp

Attenzione: commenti permessi ai soli utenti registrati!